press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/8

L'AQUILA [AQ]

RESTAURO E COMPLETAMENTO DI [PALAZZO CAMPONESCHI]

Palazzo Camponeschi, oltre che rappresentare un pregevole esempio di architettura Barocca, è un edificio inserito in un contesto particolare sia dal punto di vista orografico che del tessuto edilizio.

Le lavorazioni contemplate nel progetto possono dividersi in due tipologie principali di intervento: opere di restauro e rifunzionalizzazione degli spazi interni e completamento della sistemazione dell'area del cortile.

[tipologia] intervento

Restauro e completamento della sede della facoltà di lettere “Palazzo Camponeschi”

[ente] banditore

Provveditorato Interregionale alle OO.PP. Lazio-Abruzzo-Sardegna

[luogo]

L'Aquila (AQ)

[importo] lavori a base di gara

1.447.926,31 €

[tipologia] appalto

Appalto per lavori - consulenza tecnico progettuale

[partecipazione]

Febbraio 2019

[esito] gara

Progetto vincitore - Aprile 2020

[destinazione] intervento

Edificio universitario

Uno degli elementi più caratterizzanti dell'intervento è certamente la vetrata continua prevista nel progetto esecutivo a base di gara, sia in relazione alla qualità della proposta architettonica che rispetto alla valorizzazione e fruizione degli spazi interni. Per questo motivo è stata dedicata una particolare attenzione allo studio delle eventuali criticità progettuali come ad esempio le problematiche di tipo termico ed energetico legate all'esposizione all'irraggiamento solare della vetrata e le problematiche di tipo funzionale rispetto alla versatilità e capacità di razionalizzare l'ambiente per gli usi a cui è preposto. Evitando di proporre sistemi di schermatura solare esterni, lontani dall'idea progettuale, si è deciso di proporre un sistema integrato che rappresenta l'evoluzione dei vetri basso emissivi, con funzionamento di tipo dinamico: lo smartglass.

Per ottenere la massima versatilità e qualità spaziale dell'ambiente interno è stato proposto un sistema di pannelli mobili su binari a soffitto. In questo modo il controllo della luce e dell'irraggiamento assume un livello ulteriore di interazione con l'ambiente, aprendo a diversi utilizzi della stanza.

L'approccio metodologico che ha guidato la selezione delle proposte migliorative è stato di tipo conservativo, in quanto tutte le soluzioni proposte preservano completamente le scelte progettuali già attuate e definite nell'esecutivo, soprattutto nei suoi elementi più caratterizzanti.